giovedì 29 maggio 2008

Aperitivo Ricci

Eccoci.
Sono un po' brilla, torno or ora da un aperitivo con amiche per brindare a varie cose, tutte proposte lavorative e ipotesi di trasferimento in terra anglosassone.
Niente da fare, ormai l'alcool non lo reggo proprio, non che sia mai stata una bevitrice indomita, ma almeno un cocktail..
Va beh, siamo state in questo posto vicino alla stazione Centrale, tutto pieno di fighetti e noi eravamo tutte uscite da una giornata di lavoro afosa e appiccicosa.
Da brava pensionata mi sono appena fatta un'aerosol, son due giorni che c'ho mal di gola e parlando al telefono tutto il giorno la situazione non migliora.
Dopo lavoro sono riuscita a passare in università per parlare con la prof sulla tesi. Mi ha detto che quello che ho fatto finora non va bene per niente, ma mi ha dato qualche scarno spunto, un po' contraddittorio rispetto a quello che mi aveva detto precedentemente, per semi-ricominciare.
Alla fine il dolce è venuto, si è lievitato per bene e l'ho portato a lavoro, è piaciuto, ma secondo me era un po' secchino, avrei dovuto spegnere il forno qualche minuto prima, ma con quello nuovo (che funziona) devo ancora tararmi bene.
Beh, la foto è questa


e la ricetta la seguente, l'ho trovata su un sito strafico:

TRECCIONE DI NUTELLA

Ingredienti:
450 gr di farina
70 gr di zucchero
125 gr di burro
2 uova
1 pizzico di sale
1 cubetto di lievito di birra
35 gr di latte
Nutella a volontà.

Innanzitutto tirare fuori dal frigo gli ingredienti fino a farli intiepidire.
Mescolare farina, zucchero, burro ammorbidito (non deve essere freddo), sale, uova e lievito sciolto nel latte tiepido.
Lavorare con le mani fino a far diventare il tutto un composto omogeneo e far lievitare fino al raddoppio. Dopodichè dividere l'impasto in 3 parti uguali, stendere 3 rettangoli di circa 40/45 cm di lunghezza e 15 di larghezza e spalmarci la Nutella. Arrotolare il rettangolo fino a formare un cilindro. Ripetere l'operazione per 3 volte. Con i tre cilindri sistemati sulla placca foderata con carta da forno formare una treccia e unire i lembi in giù per non far fuoriuscire il ripieno. Lasciare lievitare ancora per 1 ora e poi spennellare la superficie con del latte. Infornare a 180° per 20 minuti in forno preriscaldato.
E' buonissima!
Secondo me come ripieno ci si può mettere qualsiasi cosa, crema pasticcera, marmellata e tante altre cose.

mercoledì 28 maggio 2008

Male de capa


Dal titolo si sarà capito, è dalla pausa pranzo di oggi che mi è salito un male de capa pazzesco..
Ora dopo cena mi prendo una bella bustina della mi droga preferita, l'Aulin..
Sto provando a fare un dolce da portare domani a lavoro per festeggiare il mio addio, fra un mese a quest'ora sarò libera, finalmente, c'ho il pensiero fisso ormai.
In questi giorni me ne sto piuttosto sulle mie, non so, un calo di socializzazione, è che il carico di lavoro sta diminuendo e mi sto dedicando ad una lettura leggera, uno di quei libroni di migliaia di pagine di Ken Follett. Lo so che non è da me, ma ogni tanto ce vo'.
Stasera è passato di qui il mio cucciolo e abbiamo giocato a pallone sul balcone, lui, naturalmente cercava di tirare più in alto possibile per buttare la palla in cortile e poter scendere per non tornare più su.
Sta diventando insofferente e il suo unico pensiero quando viene qui è andare in giro a giocare, al parco, a vedere gli uccellini da zio Ciccio, ecc.
Cazzarola, certe volte vorrei essere tanto una sua coetanea...
Va beh, vado a vedere se 'sto dolce maledetto sta lievitando, in caso contrario, niente abbuffata a lavoro...
Ah, se viene, posto la ricetta e la foto, naturalmente.

lunedì 26 maggio 2008

Tanti weekend lunghi..

..mi stanno tenendo lontana da casa, ormai mia madre mi vede come un'estranea..
Va beh, sono tornata oggi da Alessandria e sono andata direttamente a lavoro.
Sul treno mi sono resa conto che non avevo l'abbonamento e ho viaggiato tutto il giorno esibendo agli ignari controllori quello di settimana scorsa. Mi aspettavo di vedermi spuntare il vecchietto di "Tre uomini e una gamba" che proponeva al controllore di farmi una bella multina..
Ce l'ho fatta comunque e se mi avessero fermato avrei fatto scoppiare una bella rissa.
Beh, che dirvi, questa pioggia e questo tempaccio mi stanno logorando, ormai mi sta crescendo il muschio sulla corteccia cerebrale e non riesco a connettere tanto, più che altro non riesco a riemergere dalle acque e nuoto in una bolla di inconsapevolezza e moscezza, tah!
Ho passato il weekend dal mio cammello, ho mangiato come una vacca incinta (no, non c'è pericolo..) e sicuramente ho ripreso quel chiletto che avevo perso nei giorni scorsi, domani mi peso, vi farò sapere il responso...
Sabato pomeriggio l'abbiamo passato tra meganegozi e outlet a Serravalle alla ricerca di un paio di scarpe da corsa per Gianni, ci siamo trascinati per decine di negozi, abbiamo visto innumerevoli marche, ma alla fine siamo tornati alla scelta iniziale. Ho provato la pedana vibrante al Decathlon, mi tremavano pure i denti e la vescica ha minacciato di esplodere, ma ho resistito, mi sono sentita una bimba che provava un giocattolo nuovo! In pratica una mongoloide.
Ho comprato un top tipo anni '60 in negozio carinissimo, ma in cui le taglie erano un optional, oppure sono io che sono veramente troppo cicciona..
Sabato sera ci siamo ritrovati con dei suoi amici in un pub in cui facevano un ritrovo degli harleysti. L'alcool è ovviamente scorso a fiumi e dopo che, all'ottava sambuca e alla quinta Guinnes Gianni iniziava a proporre orge anche al cameriere ho deciso che era ora di andare..
Abbiamo tenuto i diti incrociati perchè non ci fermasse nessuno e ce l'abbiamo fatta.
Ieri l'abbiamo passato a dormire e a guardare film, un grande ritorno, "Il grande Lebowsky".
Va bene, vado, mi sono ripromessa di andare a letto presto questa settimana e ho un casino di cose da fare..

giovedì 22 maggio 2008

Fine settimana

Eccoci, finalmente domani è venerdì e le cape ci saranno solo per mezza giornata, il venerdì pomeriggio è il momento più bello della settimana, sentirsi un po' liberi..
Domani sera dopo il lavoro andrò dal mio cammello, spero che il tempo migliori un po': NON PUO' PIOVERE PER SEMPRE!!!!

Horror


In questi giorni sono moscetta, mi sveglio stanchissima e con due occhiaie che non mi si staccano mai di dosso.
Quando mi alzo penso subito a quando tornerò sotto il piumone morbidoso e non vedo l'ora che arrivi quel momento.
Stasera sono riuscita a fermare quest'inerzia e sono uscita con Gianluca. Siamo andati al cinema. Stiamo proseguendo il filone dei film horror e demenziali.
Oggi è stato il turno di "Saw IV". Quello che mi piace di più di questi film è saltare sulla poltrona dallo spavento e poi riderne.
Lo so, sono un'idiota!
Va beh, ora vado a nanna, c'ho tanto sonno...

lunedì 19 maggio 2008

Post-weekend pre-pensionamento

Eccomi qui, più pensionata che mai!
Andiamo con ordine.
Venerdì sera cena con amiche. E' stato bello, abbiamo parlato fino a notte fonda, mangiato come delle scrofe e bevuto il giusto, non tanto.
Ecco la tortina che ha chiuso il pasto. La decorazione lascia un po' a desiderare, ma era molto buona!!!

Tornata a casa alle 3.30 e mi sentivo un po' lo stomaco sotto sopra, ma mi sono addormentata lo stesso, dopo poche ore sarei dovuta andare a lavorare.
Alle 5.30 un dolore lancinante allo stomaco m'ha svegliato, la cena mi si riproponeva e il bruciore non mi faceva dormire.
Acqua e limone, niente.
Due dita in gola, niente.
Ancora due dita in gola, ancora niente.
Ho continuato così fino a quando è suonata la sveglia. L'ho rispenta e ho capito che non sarei andata a lavorare quel giorno.
A metà mattina, la mia mammy è andta a comprarmi lo yogurt bianco (ve lo stra-consiglio, in caso di bruciore allo stomaco) e il dolore m'ha dato una tregua tanto che ho dormito qualche ora la mattina.
A pranzo niente e a merenda un altro yogurt.
Cena con riso in bianco.
Nel pomeriggio è arrivato il cammello e siccome doveva comprarsi delle cose tecnologiche siamo andati in un centro commerciale.
Poi cena, rifiuto di un invito ad un raduno a Cremona e filmettino nella mia cameretta.
Stramazzo addormentata dopo 10 minuti.
Gianni si guarda 2 film e mi sveglia chiedendomi se potevamo lasciare i letti così (avevamo avvicinato il mio e quello di mio fratello, che ora è diventato il mio comodino). Rispondo di si, ma in quel momento avrebbe pure potuto vendermi un'enciclopedia talmente ero stronata..
Ci siamo svegliati con la sensazione di aver dormito in campeggio: in realtà i letti continuavano a dividersi e abbiamo passato la notte col culo all'aria..
Va beh, la domenica è scivolata tra un'alzata tarda, pranzo, sguardo oltre la finestra in cui si agitava una tempesta di pioggia, filmettino, pennica e cena.
Il mio stomachino era ancora provato.
Oggi è stato molto traumatizzante tornare a lavoro, le prime ore, la tentazione di andarmene era fortissima, non vedo l'ora di finire...

Ecco la ricetta dell'Albero di Nutella:

Ingredienti:
50 g di farina
80 g di zucchero
2 uova
1 bustina vanillina
500 g di mascarpone
qualche cucchiaio di Nutella
panna per decorare

Frastare per almeno 10 minuti lo zucchero e le uova fino a quando diventano spumosi.
Aggiungere piano la farina e la bustina di vanillina.
Versare il composto in 3 tortiere con diametro diverso l'una dall'altra (se non ce le avete, lo versate tutto in una e poi tagliate a dischi, ma in questo caso la cottura è un po' più lunga). Io per la cima ne ho usato uno a forma di alberello di Natale.
Mettere in forno preriscaldato a 180° per 15 min.
Far raffreddare (io le ho lasciate 10 min. a stemperarsi in forno) e poi nel disco più grande spalmare la crema ottenuta unendo il mascarpone alla Nutella (potete mettercene a vostro piacimento, io ho usato poco meno della metà di un bicchiere).
Continuare così con gli altri strati e poi decorare con panna o quello che volete voi.
Attenzione, E' UNA BOMBA!!!!

giovedì 15 maggio 2008

Galleggiamento

Ciao a tutti.
Niente di nuovo, in questi due giorni ho lavorato, lavorato, lavorato.
Ieri sera il cammello è venuto dalle mie parti ed è venuto a prendermi con dei suoi amici che erano venuti qui per vedere una moto in vendita.
Siamo andati in un locale stile anni '50, tipo "Happy Days" e mi sono strafocchiata una cheese cake, peccato che avessi già cenato perchè c'erano degli hamburger pazzeschi..
Stasera ho preparato una tortina per domani sera.
Insieme ad altre 3 amiche faremo una cena e ognuna prepara qualcosa.
Non vedo l'ora, sarà sicuramente divertentissimo.
Ok, devo ancora docciarmi e fare un sacco di cose.
'Notte!!!

martedì 13 maggio 2008

Sete


Secondo voi è preoccupante se ad un certo punto della giornata sento una sete incredibile di Cuba?! E una voglia pazzesca di scolarmene uno ghiacciato tutto d'un sorso? Sarà che ultimamente non mi sto più dedicando all'alcool e non sto più praticamente uscendo la sera?!
Boh, spero mi passi, per ora, mi faccio una doccina, preparo le mie cosine per domani, leggo un po' e poi a nanna..
Ah, mi è arrivato il lettore mp3 nuovo che ho preso su ebay!!! FANTASTICO!!!

Foto Lanzarote

Il primo tramonto.

La prima alba.

Questa è pazzesca, è il giorno della scottatura.

Un po' di vento.

Playa Papagayo, fantastica.

lunedì 12 maggio 2008

Weekend lungo

Eccomi, ragazzi, dopo un weekend lungo dal mio cammello.
Venerdì mattina, lo sapete, ecdl, poi pomeriggio col mio cucciolo (ha picchiato una bimba al parco e poi la rivoleva, della serie: "Prendi una donna, trattala male..."), poi treno e arrivo alle 22.
Kebab (non mangiavo dal pranzo), pub, nanna, dormo fino a tardi e poi arriva cammello da lavoro. Pranziamo e lui lava la moto. Dopo 3 ore in cui gli facevo notare ogni più piccola imperfezione nella sua opera di pulitura e dopo almeno 7 tra occhiate e sputazzate nei miei confronti (si, c'ha un po' anche del lama), ho preso una bici e mi sono fatta il giro della campagna intorno.
Pensavo di aver fatto una traversata oceanica, ma lui m'ha detto che sono stata via 1/4 d'ora. Lo so che non è vero, lo fa per non darmi soddisfazioni, MA IO L'HO CAPITO IL TUO GIOCO, SA'!!!
Beh, poi cena veloce, improvviso un abito da cerimonia (non so come, tipo Art Attack) perchè sua cugina la sera si cresimava e lui non m'aveva naturalmente detto niente.
Rinfresco al pub e dalla sete mi sono scolata un Cuba in due sorsi.
Poi nanna.
Domenica mattina sveglia e preparazione per giro con Harley.
Arriviamo all'appuntamento con gli altri, come al solito, in ritardo. Lui dice che la strada era chiusa e lo sputtano subito alle spalle dicendo a tutti col ditino che non è vero...
Beh, partiamo e ci addentriamo nelle colline piemontesi e un pensiero mi sale alla testa: "Cazzo, ma l'Italia è veramente bellissima, potremmo vivere di soli paesaggisti, praticamente" (si fa per dire). Il secondo pensiero è stato: "Dobbiamo assolutamente eliminare la razza italica dalla faccia della terra per goderci tutto questo."
Pranzo nella casa di campagna di uno di loro con mega abbuffata di cibo..
Passiamo lì il pomeriggio tra racconti, risate, foto, ricordi e cerimonie iniziatrici.
Al momento dei saluti scoppia un temporale pazzesco.
Abbiamo aspettato che finisse per non diventare tutti tante bracioline da raccogliere sull'asfalto e poi siamo tornati a casa.
Il letto mi ha accalappiato e mi ha avvinghiato tra le sue braccia magnetiche fino a stamattina.
Preso treno per tornare alla megalopoli e poi al lavoro.
Inizia a fare caldo sul serio, in moto mi sono riscottata il naso col sole, che goduria...
Non per il naso, per il caldo..

venerdì 9 maggio 2008

Passato!!!

Eccomici!
Dal titolo sembrerà abbastanza chiaro: ho passato il test d'informatica!!!
E pure per un pelo, la sufficienza (si scrive con o senza la "i"?!) era totalizzare il 75% di risposte esatte e io sono arrivata al 76%!!!
Chebbottadiculo!!!!
Uscita da lì, mi sono riattraversata Milano e siccome c'era lo sciopero della metrò e delle Ferrovie Nord ho girato un po' in centro, cercavo una borsa bianca e ho trovato tutt'altro... Al solito.
Sono arrivata a casa e mi sono spupazzata il mio cucciolo (ora è da zio Ciccio a vedere la gabbia gigante con gli uccellini), accendo il pc, leggo la mail e mi trovo una mail della prof. relatrice che mi dice che l'intro della tesi che ho scritto non va per niente bene..
Non può piovere per sempre, vero?!
Devo trovare il modo di ricattarla per farmi finire entro l'estate!!!!
Va beh, vado, devo prepararmi il borsone per passare il weekend dal cammello e sta per ritornare Cristian e non c'ho tempoo!!!!!!!!!!!!

Diti incrociati

Ormai mancano poche ore all'esame di accertamento delle competenze informatiche, eccheè, oh! E' un test d'informatica! Ho qui delle fotocopie da guardare, me le ha portate mio cugino che in realtà avrebbe dovuto farmi fare un ripasso/studio...
Ci siamo ritrovati a guardare i video di Cetto Laqualunque su youtube...
Non cambieremo mai!!!
Va beh, mancano poche ore, tenete i diti incrociati per me, sarà un'odissea, domani a Milano, sciopero dell'Atm, per cui dopo il test presumo che mi dovrò fare tutta la metropoli a piè!!
OK, andiamo di Superga super areate.
Auguratemi in bocca al lupo!!!!
Se lo passo mancherà veramente solo la tesi!!!

mercoledì 7 maggio 2008

Countdown


Ci siamo quasi.
Settimana prossima dovrò aver scritto almeno 30 pagine della tesi; in un modo decente, dice la prof.
Stasera ho finalmente finito di trascrivere le citazioni dei 3 libri che userò e insieme all'introduzione di cui ho già scritto la bozza e ad altri appunti sono arrivata ad una 15ina di pagine.
Ce la farà la nostra eroina a superare anche questo scoglio?!
Boh, io mi sento di si, non so se la sto prendendo troppo sotto gamba per poi avere una delusione cocente.
Forse perchè mi sono messa il cuore in pace e so che se anche dovrò passare a quest'autunno in ogni caso i miei progetti non possono saltare.
Il primo passo verso la libertà e la nuova vita l'ho dato ieri con le semi-dimissioni, mi sento già un po' più leggera e libera..
E ALLORA PERCHè 'STO MAL DI TESTA MALEDETTO MI PERSEGUITA ININTERROTTAMENTE DA VENERDI' SCORSO?!!?
Boh...
Va beh, 'notte...

martedì 6 maggio 2008

Dimissioni

Ciao a tutti.
Oggi ho dato delle semi-dimissioni.
A fine giugno mi scade il contratto e ho deciso che non accetterò la proroga.
Mi sono stufata di dover pendere dalle labbra di qualcuno che non mi considera nemmeno una persona, ma solo un numero da inserire nelle fasce orarie a rischio.
Ho 26 anni e da 5 lavoro; ne ho cambiati forse una decina, dopo le superiori lavoretti da poco, per un mese o poco più e molte aziende serie mi chiamavano per andare a lavorare e mi offrivano contratti seri per periodi seri, ma io rifiutavo perchè avevo appena iniziato l'università e pensavo che non ce l'avrei fatta a studiare e lavorare contemporaneamente (povera illusa..)
Poi il lavoro vero e proprio: l'esperienza più bella e interessante è stata quella in videoteca, l'ho gestita per quasi due anni ed era diventata il mio piccolo mondo, chiusa.
Dopo sono passata ad un call center e da questo mondo ambiguo non ne sono più uscita. In quello ci sono stata un anno e mezzo ed era bellissimo perchè mi divertivo da morire. Eravao tutti ragazzi e ragazze giovanissimi e fulminati, con qualche eccezione a cui facevamo scherzi, deviavamo chiamate, ecc. E' stato veramente bello conoscere tutti, Gianlu, Sergio, Roby, Valentino, Anna, Rocco, Valeria, Monica, Fabrizio e tanti altri. Ci eravamo trovati insomma, un gruppo di bambini cazzoni. Anche lì, ufficio chiuso, spostato in Romania.
Coi ragazzi ancora ci vediamo ogni tanto, ogni tanto tanto ormai, a parte con Gianlu che è diventato mio amico.
In quel momento è iniziata la depressione, mio fratello era andato via di casa (s'era sposato, non è che fosse sparito nel nulla) e il lavoro non c'era più.
Avevo trovato in un altro call center, alla Vodafone, e quelli sono stati due mesi bruttissimi, iniziavo a fare il conto alla rovescia dal momento in cui uscivo di casa fino a quando non andavo via da lavoro. Fine contratto. (2 mesi)
Poi ne ho trovato uno in centro tramite un'amica di mia madre. Non fatevi mai raccomandare, mina la vostra autostima e non potete neanche comportarvi come volete perchè se no fate fare brutta figura al raccomandatore. Quello è stato il fondo: dovevo fare la segretaria per un gruppo di figli di papà che giocavano a fare gli imprenditori coi soldi dei genitori, facevo orari allucinanti, dentro il fumo (certo, 'sti stronzi fumavano in ufficio e la sera sembrava fossi stata a giocare a scala 40 al Bar Franca invece che a lavorare), vestita da fichetta (chi mi conosce lo sa..) a fare tutto il giorno quello che altri non avevano voglia di fare. Quando a Giugno mi hanno richiamato dalla Vodafone per la campagna estiva non stavo più nella pelle, mi sono licenziata al telefono (tanto non m'avevano fatto manco il contratto) e sono ritornata nel mondo dei call center.
Alla Vodafone dopo rinnovi di 15 giorni in 15 giorni (ma vi rendete conto..) ho tirato fino ad ottobre, quando, dopo 3 anni di sospensione mi sono reiscritta all'università per cercare di migliorare il mio futuro (ancora povera illusa).
Per due mesi stop di lezioni e reimmersioni in un mondo che non frequentavo da tempo, a seguire lezioni con persone che avevano 5 anni meno di me... Va beh, per l'uni come sapete alla fine ce la sto facendo.
POi un altro call center, settore bancario (3 mesi), poi un altro ancora, settore assicurativo (durante questo ho fatto il fatidico incidente) (ancora 3 mesi) e poi al posto in cui lavoro ora.
A fine maggio è un anno che sto lì, e sono cambiate un sacco di cose; qui finalmente ho avuto contratti di 6 mesi (wow!!!!) e avevo orari che mi permettevano di studiare buona parte del pomeriggio e la sera ed era in una bellissima zona di Milano, tra Brera, Montenapoleone e via Turati, in centrissimo..
Da marzo (ci hanno avvisato il 27 febbraio) è cambiato tutto, ci hanno spostato in super periferia per cui ci metto 3 h in tutto ad andare e venire, ci hanno cambiato il contratto (da assicurativo a metalmeccanico) e anche gli orari. In compenso ora lavoriamo un sabato si e uno no. Grande conquista dell'umanità!
Quindi, ritornando a noi, sono stanca. Non mi va di continuare così, lo sapete, me ne voglio andare, ma devo finire questa maledetta tesi e il test d'informatica che ho venerdì. Così ho pensato, mi licenzio, ho un po' di soldini da parte, se riesco mi laureo ora, se non in autunno, nel frattempo mi dedico un po' a me stessa.
Vado in Calabria (mia terra d'origine), vado a Londra dalla mia patata, magari ci sta un salto a Barcellona da Simo che s'è trasferito da poco, mi coccolo il mio nipotino, mi scrivo la tesi, mi alzo tardi, mi faccio un giro in bici sotto il sole, mi laureo e poi vado dal mio cammello che vuole già partire per Lanzarote.
E me ne sto lì e vaffanculo all'Italia e alla sua putrefazione, è un paese vecchio, che non fa niente per noi giovani, che ci prende in giro, corrotto, in cui devi sempre guardarti le spalle per paura che ti fottano.
Il fatto stesso che la maggior parte dei giovani trovi ormai lavoro praticamente solo nei call center fa tristezza. Sono trappole in cui far cadere il cliente per scaricare la propria responsabilità. Io ti faccio il contratto e io ne pago se c'è qualcosa che non va e invece no, chiama il n° verde, loro ti aiutano. E ti rispondiamo noi e ti dobbiamo raccontare un sacco di palle perchè la metà delle cose non funziona e l'altra metà è una fregatura. Facendo questo lavoro scopri che la metà dei tuoi connazionali sono analfabeti e non sanno parlare manco in italiano.
Basta.
E se non ce la farò, almeno c'avrò provato e sarò più ricca d'esperienza..

lunedì 5 maggio 2008

Confusione..

Confusione, confusione, mi dispiace se sei figlia della solita illusione e se fai confusione, confusione, tu vorresti imbalsamare anche l'ultima più piccola emozione...

Non vedo l'ora che mi arrivi il lettore mp3 che ho preso su ebay per potermi ascoltare un po' di musica e allontanarmi dalle cazzate che dice la gente in treno o in metrò, guarda tu come ci siamo ridotti..

Mah, primo giorno della settimana.
Un anno e un giorno fa ho fatto l'incidente che mi ha messo in crisi..
Tanto per festeggiare l'anniversario appena passato m'ha preso un bel mal di testa da cervicale..
Beh, non possiamo lamentarci; la tesi ristagna, ce la farò mai a scrivere così tanto entro il 19/05?
Sono così messa male che mi sono attardata a guardare la puntata di "Tempesta d'amore" coi miei.
Non dico nient'altro..
Umore apocalittico, va beh, vi risparmio gli strappamenti di palle..

Ecco, per i miei fans che la chiedono, la ricetta del Pan di Spagna che ho usato nella torta della mia mammy:

INGREDIENTI:
6 uova
180 gr di zucchero
75 gr di farina
75 gr di fecola
un pizzico di sale

Sgusciare in una ciotola le uova intere e sbatterle insieme allo zucchero e al pizzico di sale con una frusta elettrica per almeno 15 min.
La consistenza deve essere molto spumosa, tanto che se sollevate le fruste il composto deve lasciare dei fili e il colore deve essere giallo paglierino.
Amalgamare la farina e la fecola setacciate insieme piano piano con un cucchiaio di legno per non smontare il tutto.
Versare tutto in una tortiera, preferibilmente a cerchio apribile, imburrata e infarinata e far cuocere in forno preriscaldato a 150° per almeno 50 minuti.
Il mio consiglio è di farla raffreddare in forno per evitare che si sgonfi appena aprite lo sportello del forno.

La torta per la mia mamma, l'ho tagliata in 3 dischi, li ho inzuppati con rum (Ah, un Cuba, please!!!!) diluito con acqua.
Il primo disco l'ho farcito con crema pasticcera (2 tuorli, 2 cucchiai di zucchero, 2 di farina, bruccia grattuggiata di limone e mezzo litro di latte, mescolati a fuoco basso sul fornello e poi fatta raffreddare); il secondo con panna montata a mano e gocciole di cioccolato.
Sopra ho versato un po' di glassa al cioccolato e decorato con il marshmallow fondant, panna montata e fragole.

sabato 3 maggio 2008

Compleanno mamma!


Eccoci qui, lo spumante inizia ad intorpidirmi le gambe..
E' stato bello, è venuto mio fratello con la famiglia, dei miei zii e degli amici.
La torta è venuta bellissima, un po' storta, ma bella e buona soprattutto...
Sul più bello s'è scaricata la batteria della mia macchina fotografica, quindi la foto che ho della torta è un po' tagliata..
Dovrò farmele dare da mia cognata quelle giuste..
X il momento posto la sola che ho, tipo natura morta..

giovedì 1 maggio 2008

Colonna sonora

Ragazzi, ho scaricato "Dancing in the dark" di Springsteen.
E' bellissima, l'abbiamo sentita a Lanzarote.
Sentendola mi viene voglia di guidare veloce coi finestrini aperti e il vento che scompiglia i capelli e questa canzone di sottonfondo... E il caldo che fa sudare...
Cazzarola, mi manca la mia macchinina..


I Maggio casalinguo

Eccoci,
scrivo solo un paio di cosette.
Oggi c'è stato in tv un mio personale mito: "Bianco, Rosso e Verdone". E' incredibile che lo facciano sempre quando non c'è nessuno a guardarlo, le feste oppure in piena estate alle 4 di notte.. E' un capolavoro e mi fa tornare nella nostra vecchia Italia e poi Verdone è un mito, ho passato tutta la mia infanzia a guardare i suoi film insieme alla mia amica Mary.. Li sappiamo praticamente tutti a memoria.. NONNAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!
Va beh, oggi io e il cammello siamo stati separati, ognuno a casa propria. In compenso a pranzo è venuto qui mio fratello con mia cognata e il mio cucciolo.
Dopo mangiato siamo scesi in cortile a giocare a palla con Cristian. Sono rientrata un attimo in casa per mettermi le scarpe e ho risceso di corsa le scale. Arrivata fuori c'era lì il pallone e in un impeto di gagliarderia c'ho tirato un calcio forte per farlo andare contro il muro della casa di fronte, dove giocavo sempre da piccola. Evidentemente il calcio è stato troppo forte e la palla m'è rimbalzata a tutta velocità in faccia..
Che coglionaccia che sono..
Io e mia cognata c'abbiamo messo un quarto d'ora a riprenderci..
Poi Cristian m'ha chiesto di rifarlo infinite volte..
Che zia fantozziana che si ritrova il mio topo..
Va beh, vado a leggermi un po' Thoreau, anzi, a proposito, una sua chicca, ragazzi, leggetelo, è un po' palloso ma ha tanti insegnamenti da dare per affrontare meglio la vita.

"Certamente potranno viaggiare quelli che si sono guadagnati i soldi del biglietto se pure vivranno tanto; ma per allora, probabilmente, avranno perso l'elasticità e il desiderio di viaggiare"

RAGAZZI, SVEGLIAMOCI!!!!!!!!!!!!!!!!!