mercoledì 10 settembre 2008

...2

Tanto per allietare il mio umore già roseo, oggi m'è arrivato un atto giudiziario per presentarmi in tribunale a gennaio (si, a gennaio, proprio quando volevo andare in Australia a coronare uno dei miei sogni) perchè il tipo che m'è entrato nel fianco con la sua macchina l'anno scorso pensa che il risarcimento che ha avuto dalla mia assicurazione sia troppo poco e mi chiede 10.000E in più, di tasca mia, cash, sull'unghia..
Cazzo, cazzo, cazzo.
Io quel giorno ero andata in quel posto di lavoro di merda in macchina perchè c'era lo sciopero dell'Atm e non volevo rimanere in giro per 3 ore a non far nulla in un posto sperduto. Era maggio, ma pioveva, pioveva a dirotto e quando sono uscita non si vedeva niente, ho passato quel maledetto incrocio senza fermarmi e una macchina m'è entrata nel fianco e un'altra da dietro.
Lo stop non c'era, il segnale era girato al contrario e per terra c'era talmente tanta acqua che non si vedeva niente e io ho pensato di morire o di aver ucciso qualcuno..
Ho pianto tutto il giorno da sola nel pronto soccorso (c'era anche lo sciopero dei medici, WELCOME TO ITALY!!!) e da quel giorno non ne passa uno in cui io non ci pensi, e come mi girano, come mi girano, cazzo...
Non è stata colpa mia, per me quella strada era dritta, era tutta mia.
E ogni volta che ci penso mi vengono i brividi, sapere che per quella strada ci passano gli autobus, i camion, sarei potuta morire in due secondi, invece eccomi qua, con le mie paure, coi miei scazzi, con le mie gioie e le mie delusioni e i miei amori, ancora viva, ancora con sogni in testa.
Ho perso la mia macchina, la mia indipendenza, la mia sicurezza nella guida e nella vita, non avevo mai avuto paura di niente e di nessuno (a parte Twin Peaks, ovviamente) e invece ora mi cago addosso per una puntura di zanzara, per quello che potrebbe accadere a me o ai miei cari, vedo tutto nero.
Negli ultimi 3 anni ho fatto dei lavori del cazzo per potermi pagare l'università, ho lavorato di giorno e studiato di notte, dormendo 3/4 ore, col mal di testa, sempre; ho dato 11 esami orali e 1 scritto, così, facendomi un culo allucinante, col cervello smarmellato, rinchiusa in casa, anche i weekend, le sere; per 2 anni non sono andata in ferie; sono riuscita a mettermi da parte qualche soldo per poter realizzare qualche mio sogno. In questi giorni avevo deciso definitivamente, gennaio, Australia e oggi mi arriva 'sta raccomandata, ignobile, schifosa, certo, posso partire anche più tardi, cosa cambia, un mese prima, un mese dopo, però non si può mai stare tranquilli e per tutti gli sforzi che si possano fare per cercare una via d'uscita ti può sempre arrivare qualcosa tra capo e collo.
Oppure posso anche non partire più, magari quei soldi glieli dovrò dare davvero e tutto quello che mi sono messa da parte e altri soldi che non so ancora dove prenderò saranno spesi per quel vecchio di merda..
Non ci è permesso di sognare cose reali.
Eccheccazzo, non sarò mai contenta, ci sarà sempre questa puzza di sconfitta che sento in gola, anche se faccio la cazzona e rido e scherzo.

Nessun commento: