venerdì 12 settembre 2008

Ci sono, ci sono

Lo so, dopo gli ultimi due post pensavate che stessi cercando di togliermi la vita..
In effetti c'ho pensato, quello che mi ha trattenuto è che devo finire di vedere la seconda e ultima serie di Twin Peaks.. Per ora sono a metà, quindi potrete godere della mia compagnia ancora per qualche giorno.
Beh, che dire, mi sono strappata un'altra volta la schiena oggi, non come a Dublino, ma comunque non posso fare tutti quei movimenti che prevedono l'utilizzo della mia magna agilità..
Ieri palestra, ho scritto un po' di tesi (stiamo procedendo allo sblocco iniziale) e la sera mi sono strafocata all'inverosimile: ho iniziato con 3 dei biscottoni (che ho preparato l'altro giorno ma che non ho postato perchè sono una venuti una merda esteticamente e devo aver sbagliato qualcosa) e un bicchierone di latte freddo. Dopo ho sentito ancora un certo appetito e ho tirato una coca dal frigo che ho usato per innaffiare mezzo pacco dell'esselunga di Rustiche San Carlo, quelle salate salate che ti parte l'embolo alla terza, buone.
Oggi per non essere da meno a merenda mi sono sbafata mezzo pacco di M&M's avanzati l'altro giorno e una lattina di coca; sono in piena crisi premestruale, insomma se non mi arrivano bisogna rifare i telai delle porte di casa..
Oggi ho passato ancora un po' di tempo sulla tesi a rivedere quello che ho scritto nei giorni scorsi e ad aggiungerci qualcosa, un salto dall'estetista per un ritocchino e stasera sono uscita con Gianluca. Serata nel centro di Monza che al giovedì sera ha sempre i negozi aperti con gelato e libro alla Feltrinelli; ne sto comprando un sacco, ma quando li leggerò? Certo il tempo non mi manca, ma devo avere la testa e in questo periodo ce l'ho impegnata da mille altre cose, tra le quali staccare il cervello appena parte la sigla di una delle 715 telenovelas che guardano i miei ogni giorno. Quando lavoravo pensavo si concedessero solo la puntata giornalieri di "Tempesta d'amore" e invece ho tristemente scoperto che quando non sono impegnati in faccende casalingue la loro unica preoccupazione è accendere la tv e spararsi una minchiata di telenovela.
E' triste, come quando scopri che Babbo Natale non esiste..
Va beh, vado a sciacquarmi un po' e poi a nanna, sotto le copertine morbide morbide.

Nessun commento: