lunedì 10 novembre 2008

Il rugbysta ha il cazzo che conquista

Questo è stato uno dei tanti ritornelli che hanno "impregnato" il pullman nel viaggio di ritorno da Torino, ma andiamo con ordine..
Eravamo rimasti alla commozione per Elvis (sono diventata sua fan su Facebook, tra l'altro..)di venerdì pomeriggio. La sera poi l'ho passata da Silvia a tortare, la ricetta la posterò quando colei mi manderà la foto (Silvia, muovitiiiiiiiiiiiiii!!); non voglio assolutamente fare quella che si sbrodola, ma dal suo sms di voto: "è uno spettacolo.morbida e golosa." penso che sia venuta buona, molto buona.
Mentre cuoceva la torta abbiamo fatto delle foto con la webcam del mac con gli effetti speciali:


Sabato mattina è suonata la sveglia e io mi sono candidamente girata dall'altra parte così che il mio appuntamente col cammello è slittato al pomeriggio. Nel frattempo gli ho preparato il salame di cioccolato con due nuovi ingredienti: le barrette di kinder sciolte e le noci, oltre a tutta la frutta secca che già usavo. L'unica cosa è che è venuto un po' asciutto, avrei dovuto aggiungere un po' di latte, ma si, non possiamo essere sempre perfetti!!
Dopo che m'è venuto a prendere in stazione siamo andati al Mediaworld per vedere i Mac portatili, ma avevano solo i modelli vecchi; ebbene si, voglio far andare in pensione questo cesso di pc e comprarmi il portatile, il migliore dei portatili quindi, mi sono rotta di Windows che si impalla sempre e prende virus su virus. Per il momento voglio sondare un po' il terreno, primo per vedere come pagarlo (se in una botta sola o a rate), secondo dove prenderlo.
La sera poi Gianni mi si è accasciato addosso mentre guardavamo Ulisse e mi ha russato accanto per tutto il tempo che io ho passato insonne, alle 3.30 ero ancora sveglia!! Devo darmi una regolata, non è più umano sostenere questo ritmo biologico, ma forse mi devo riprendere dagli anni di sveglia presto e nanna tardi.
Domenica mattina ci siamo svegliati per quella che per me era l'alba, colazione e poi al campo. Dopo un po' siamo partiti col pullman alla volta di Torino per la trsferta. Partita critica perchè l'allenatore dell'altra squadra era stato il loro fino all'anno scorso e se n'era andato tra mille scandali per cui c'era un pelino di risentimento da entrambe le parti. Mentre mi sparavo un panozzo nel bar del campo ho avuto l'opportunità di vedere su un banchetto all'esterno l'offerta dei "famosi testicoli di Settimo". Non ho voluto scoprire di cosa si trattasse..
Il primo tempo della partita è andato a favore degli altri, ma il secondo tempo i nostri hanno rimontato e superato fino ad arrivare a 27/10, punteggio della conclusione. Tutti contenti, tranne naturalmente il cammello perchè non ha segnato nessuna meta.. Eh, è un po' capriccioso questo cammello...
Sul pullman al ritorno s'è scatenato il degenero, nel giro di 5 minuti eravamo riusciti a raccoglieree 127.50E e li abbiamo spesi al primo autogrill per alcool in genere e schifezze. Così il viaggio è continuato prima col bellini, poi con la birra e le patatine al bacon, poi le rustiche e la birra e poi un vino bianco, in mezzo a tutti i ritornelli simili a quello del titolo, a risse e a chiaccherate semiserie.
Il brutto è, miei cari lettori, che al ritorno dovevamo andare al rosario del padre di un collega di Gianni che era morto.. E' iniziato il turno dei pacchetti di cicche alla menta in bocca e dei profondi respiri per sembrare normali. Fortunatamente abbiamo dovuto aspettare un po' e poi era in chiesa per cui io mi sono accuratamente nascosta in fondo in fondo e non è successo nulla.
Ieri mattina poi, sveglia all'alba dell'alba per tornare a Milano in macchina con due colleghi di Gianni a causa dello sciopero. La giornata s'è poi dipanata tra una pennica per recuperare nel mattina, pranzo, radiografia perchè mi sa che ho qualche carie, salto al Carrefour, palestra, cazzeggio in rete e dopo cena (con latte e cereali e metà barretta kinder) lavoro sulla tesi. Ci sono riuscita, mi sono sbloccata dal naufragio delle 5 pagine, spero di continuare, altrimenti non mi laureo più davvero...
Va beh, vado, devo controllare un po' di cose su internet.

Nessun commento: