venerdì 19 dicembre 2008

Risclero & Fantasia

Brevemente.
A novembre ho ricominciato a scrivere la tesi, sotto la diretta supervisione di Mario. Ne ho scritto una buona parte e quindi decido di portarla a farla leggere a quella stronza indecente della mia prof. relatrice: martedì le ho imbucato il tutto nella cassetta delle lettere in istituto. Le scrivo per sapere se oggi ci sarebbe stata visto che il giovedì è il giorno del suo ricevimento. Lei mi risponde che ci sarà dalle 10 perchè ha gli esami. Tanto per iniziare è un genio a fare gli esami il giorno in cui ha il ricevimento, non trovate?! Io mi dico, bene, vado nel primo pomeriggio così avrà quasi finito gli esami e mi sbrigo. Arrivo lì alle tre meno qualcosa e una ragazza è appena uscita dall'esame ed è entrato un ragazzo che sta scrivendo la tesi con lei. I minuti di orologio che ci ha passato dentro sono: 30 e +. Uscendo, lei l'ha accompagnato sulla soglia, gli dice: "Ah, se non ci dovessimo più vedere prima di Natale dobbiamo sentirci per gli auguri, mi raccomando!!". Ok. Io mi affaccio sulla soglia e dico, posso? E lei: "No, guardi, mi faccia fare due persone che sono qui dalle 10 di stamattina, se no, mi uccidono". Che sensibilità inaudita che ha la mia cara proffa. E io mi dico, va beh. Finiscono queste due. Mi affaccio e dico, posso? E lei: "No, guardi, ne faccio ancora due". E mi dico, ok. Dopo queste due, dopo che in totale sono passati minuti di orologio: 60 e +, entro nella stanzetta delle torture e ci rimango per minuti di orologio: 9, forse 10. In questi 9/10 minuti mi dice le solite cose, che deve vedere tutto, che ancora non le è chiaro niente, che non vede dove sia l'idea innovativa e mi dice anche, dopo la bellezza di mesi e mesi che le sto dietro per questa cazzo di tesi maledetta che quando faccio le citazioni, prima le devo scrivere in inglese e poi in italiano. Quindi, ora dovrò trovarmi le pagine delle citazioni nella versione originale del libro e mi direte, va beh, ma cosa sarà mai.. E potreste anche avere ragione, ma io mi ridico: "Ma quella puttana schifosa non me lo poteva dire, diciamo, un 3/4 mesi fa questa cosa????!!!!!". Boh, non ci credo, non ci credo, cosa le ho fatto? Ho frequentato il suo corso, ho preso un bel voto all'esame, perchè mi tratta così? Perchè?! Io so solo una cosa, che quando un giorno finalmente mi laurerò, mi alzerò da quella sedia, le stringerò entrambe le mani per tenergliele ferme e le tirerò una bella testata in faccia per spaccarle quel grugno che si ritrova..
Eh, nun ze po' campà accussì!!!!

Fantasia.
Domani il mio nipotino partirà insieme al fratello e a mia cognata per l'Uruguay e ci starà un mese, quindi i regali di Natale glieli ho dati oggi. A mezzogiorno è venuto qui a pranzo e gli ho dato i pugni di Hulk che quando colpiscono qualcosa fanno rumore e stasera gli ho dato il pupazzo dei Barbapapà che gli piacciono tanto.
Fantasia perchè il mio dolcissimo nipotino è entrato in una fase della sua infanzia che mi piace da morire e che vorrei vivere al suo posto. E' entrato nel mondo della fantasia, in cui basta avere una spada per essere un pirata, dei guantoni per essere un pugile, una palla per essere un calciatore, un cartone animato per credersi fortissimi e invincibili, un peluche di squalo in testa per essere il feroce predatore:

E appena noi facevamo finta di essere impauriti dalle fauci dello squalo, lui alzava il peluche e diceva: "Ma no, sono io!!!"
AMMMMMMMOREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Nessun commento: