domenica 11 gennaio 2009

Australiana


E' iniziato tutto domenica scorsa. Ho capito che c'era qualcosa che non andava quando, passando di fianco ad una bancarella che vendeva le frittelle dolci, non mi ci sono fermata. E come se non bastasse quando Gianni si è accorto e mi ha chiesto se ne volessi una, ho storto il naso e ho detto: "No, non mi va, mi sento lo stomaco un po' strano.."
Un po' strano..
L'inizio è così..
Prende di sorpresa..
Dopo che ti senti lo stomaco un po' strano, inizia la fase per cui quando mangi, già dopo la prima forchettata vorresti aver finito. Ho dato la colpa ai bagordi delle feste e non ci ho dato peso più di tanto.
Dopo questa fase inizia quella in cui un secondo prima sei seduta davanti al pc tranquillamente e il secondo dopo sei seduta sulla tazza del cesso, record mondiale.
Altri sintomi non ce ne sono, a parte la sensazione di pienezza allo stomaco, quindi dici, mah, avrò preso freddo, è un episodio passeggero.. Il passo falso successivo è quello di sottovalutare questi minimi sintomi e cenare all'Old Wild West con hamburger e patatine fritte.
Il giorno dopo, sei nel letto sepolta sotto km e km di piumoni, con il tuo sogno che ti si srotola placidamente davanti agli occhi e due secondi dopo (il primo utilizzato per piegarti in due dal dolore addominale..) sei seduta sulla tazza del cesso. Questa volta per tante volte, tante, tante, tante volte.
Fino a consumarsi.
Beh, qui non resta altro che tapparsi con i medicinali appositi e la giornata può continuare, anche se con una faccia da reduce da una gara di digiuno. Risino in bianco, tè, fermenti lattici. Pensi di averla superata e vai a letto fiduciosa, stravolta per la giornata. Non sai che il giorno dopo ti sveglierai col mal di stomaco, ma un mal di stomaco che mai avevi provato, da non riuscire a respirare e allora mi sono girata verso Gianni, l'ho svegliato e piangendo come una bambina ho chiesto tante coccole.
La mia cura anti shock da mal di stomaco, poi mi ha salvata, altrimenti avevo anche pensato di andare al Pronto Soccorso a farmi dare qualche DDDDroga per non sentire più il dolore..
E così, anche oggi risino in bianco e stasera camomilla e fette biscottate. Mi sono concessa il lusso di uno yogurt nel pomeriggio.
Mi sto consumando e come se non bastasse, tutto questo accade nella mia sacrosanta settimana premestruale, quando non dovrei fare altro che strafocarmi di schifezze e guardare in ordine: Dirty Dancing, Rocky 1, 2, 3 e 4.
Va beh, vado a farmi una doccia e cerco di lavarmi un po' di dolore di dosso..

Nessun commento: