giovedì 2 aprile 2009

La data è fissata

Giovedì 21 Maggio 2009, la vostra signorina Conazzi, affronterà la commissione di laurea, discuterà la sua tesi e sempre in quella mattinata, si laurerà!!!
Col solito culo che mi ritrovo, la sessione finiva il 22 e mi hanno messa giusto il penultimo giorno, ci sono rimasta male, voglio finire, mi sono rotta, volevo essere ad aprile!!!! Va beh, non ci posso fare niente, ormai è così. Magari mi guarderò meglio la tesi e potrò prepararmi per bene bene il discorsetto introduttivo.

Questo inizio di settimana è stato un po' movimentato come la scorsa, ehi, ormai la vita mondana a me mi fa 'na sega...
In realtà lunedì l'ho passato a dormire e riprendermi dalla sveglia alle 5.15 che in realtà erano le 4.15 (dopo essere andata a letto verso le 3, che erano le 2 ed essermi addormentata tanto tempo dopo) suonata per permettere al cammello di recarsi a lavoro. Si, avete capito bene, ha dormito qui anche domenica sera, un evento spettacolare andato in onda in mondovisione.
Nel pomeriggio eravamo stati a Bergamo per la partita della sua squadra, fortunatamente lui non ha giocato: quella che doveva essere una normale partita di rugby s'è rivelata una lotta nel fango al freddo e al gelo e sotto la pioggia di talmente vasta scala che ad un certo punto non si vedevano più i colori delle maglie e tutti (forse solo io) si chiedevano, ma quello chi è?
Dopo la levataccia non sono riuscita a prendere sonno e di conseguenza il resto della giornata l'ho trascorso ad immergermi e riemergere dai miei piumoni.

Ieri sono ritornata al mio appuntamente settimanale del fitness, che ultimamente sto un po' trascurando ad essere onesti, e la sera è venuta qui a cena Silviotta: le ho preparato il mio sughetto coi pescetti e pomodorini e poi ci siamo recate in un cinema d'essai a vedere "The Wrestler". Le mie ginocchia e il mio morale ne sono usciti provati, però ve lo consiglierei, insomma è pieno zeppo di emozioni forti, anche se un po' amare.

Oggi invece sveglia, colazione, vestimento e via, con Gianluca alla volta del Franciacorta Outlet col mezzo della ditta: uno splendido furgoncino Volkswagen giallo giallo. Comodo però, molto.
Appena arrivati abbiamo subito studiato la strategia: prima giro completo con prova e lettura accurata dei prezzi, pranzo con meditazione sulle scelte e poi acquisto.
Siamo stati incredibilmente bravi e abbiamo speso pochissimo, cioè pochissimo rispetto a quelle che sono le reali possibilità di spesa in un posto con così tanti negozi..
Io mi sono comprata un costumino bellino della Calvin Klein, una canottiera bianca da figlia dei fiori e una maglietta sempre bianca, ma con disegnate delle bretelle e una cravatta, spiritosa come me..

Ok, ora vado a nanna, per domani non ho progetti a parte la palestra.

2 commenti:

Gargamella ha detto...

giuro che se non mi dimentico ci sarò....... chiamami anche stronzo, ma ho voglia di vederti!!!!!!!!!!!!!!!!1mi manchi!!!!!

Mary ha detto...

Non ci credo, se ce l'avessi davvero faresti in modo di vedermi!!