mercoledì 27 gennaio 2010

Fool

Il mio concetto di follia e estremismo da quando sono qui ha raggiunto limiti mai visti prima d'ora. Qui ci si può aspettare di tutto, a partire dalle persone, agli animali, alle case, alle macchine ai fenomeni metereologici.
In uno stato di cose del genere è normale, scusate il gioco di parole, trovarsi in momenti di sconforto. Ne attraverso tanti, ma ne attraverso anche di esaltazione.
Finalmente ho capito di essere in Australia, lo sapete che sono un diesel, cazzarola. Ora devo alzare il culo e fare qualcosa per me. Per sentirmi bene. E di sicuro questo qualcosa non cadrà dal cielo.
MAKE IT HAPPEN, dice una maglia che ho preso qui.
Ah, a proposito, avrei dovuto venire con la valigia vuota, non potete immaginare quante magliette fiche vedo in giro! Un giorno attraversando la strada, incrocio un ragazzo con una T-shirt con su scritto: "Non sono che sono cattivo, sei tu che sei stupido". Grandee!!
Ok, vado a nanna, qui è già il giorno dopo da quasi un'ora, vi lascio con la promessa di tornare ad aggiornare decentemente il sito.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Maryy!
Ma stai preparando un resoconto dettagliatissimo per aggiornare circa due settimane di Bagordi australiani..???
Dai aspetto le nuone avventure..
Buon fine settimana!

Mary ha detto...

Se magari ci si firmasse, eh?!

Anonimo ha detto...

Sorry!
Mary, sono Anna (SAlerno).
Pensavo fosse sottinteso, che sono io quella che si diverte a leggerti..
Jà fai presto!
Cià
Anna