venerdì 30 luglio 2010

E il covo di pazzi

Sono stata dibattuta tutto il giorno tra il lavorare o non lavorare. La notte tra mercoledì e giovedì ho dormito pochissime ore, dopo aver lavorato, la scorsa notte ho dormito su una superfice dura, continuandomi a svegliare x paura di trovarmi di fianco un coccodrillo di 6 metri, oggi non sono riuscita a riposarmi.
Stasera inizio turno alle 22 fino alle 6 di mattina.
Alla fine ho deciso di togliermi il dente e venire, con la morte addosso perché odio questo lavoro e perché sono stanchissima e dolorante.
Mentre aspettavo che mi dessero degli hambuger da consegnare alla finestra del drive in, sento un urlo: "Buongiorno!!" Mi giro e c'era Mick con gli altri ragazzi, tutti strafatti e ubriachi che volevano ordinare, ma a piedi.
Mi hanno fatto morire dal ridere.
Ho riso x non so quanto.
Vivo in un covo di pazzi..

Nessun commento: