sabato 3 luglio 2010

Stanghissima a Cairns

Come direbbe il mio nipotino: allola..
Tanto per cominciare vi dico che sono a Cairns da qualche ora. E sono stanga morta.
La storia del non dormire bene inizia a pesare sul mio corpicino e sulle mie palpebre..
L'ostello che ho trovato qui e' molto carino e molto quiet; me lo sono fatta consigliare dalla Ripa dell'ostello di Townsville.
Secondo poi, vi dico che ieri mattina sono stata a Magnetic Island sempre con Laure. La gita e' stata un po' una delusione, il tempo era brutto e non ci ha permesso di godere appieno delle bellezze dell'isola. Ieri sera a cena abbiamo stretto amicizia con i fratelli inglesi John e Paul. I fratelli George e Ringo erano a casa malati. XD
Io sono poi rimasta con loro al bar dell'ostello, ma ad un certo punto me ne sono andata perché non mi sentivo niente da dire. Sto diventando una cazzo di eremita. Stamattina quando sono salita sull'autobus che mi avrebbe portata al traghetto che poi mi avrebbe portato a Townsville dove avrei preso il bus per Cairns, mi sono sentita sollevata ad essere di nuovo da sola. Boh, eremitaggio forever?
Lo scopriremo solo vivendo.
6s0Oggi ho avuto modo di riflettere su quanto sia prezioso il mio corpicino ora. Mentre camminavo con lo zaino in spalla e il borsone davanti, ho messo il piede su una grata al centro della quale c'era un buco: sono caduta in avanti come un sacco di patate (citazione di mia madre) e mi sono fatta un po' male al ginocchio. Sono stata fortunata perché non mi sono fatta niente, ma ora il ginocchio e' un po' gonfio e non riesco ad appoggiarmici. Va beh, niente di grave. Quello che ho pensato poi e' che devo stare attenta, perché se mi succede qualcosa qui so' cazzi. E mi sono resa conto che invece normalmente siamo un po' superficiali su questa cosa e spesso corriamo dei rischi stupidi consci del fatto di essere nel proprio paese e di ricevere le cure di rito in caso di bisogno. Il fatto e' che bisogna stare attenti e basta. Perché di corpo ne abbiamo solo uno. Va beh, inizio a vaneggiare, meglio che vada a dormire. Vi lascio con due chicche sul viaggio di oggi. La prima un'indicazione stradale in piena Bruce Highway che indirizzava verso i "Bad Boys" e la seconda, un uccello enorme che ci ha tagliato la strada mentre eravamo in marcia. Ho poi scoperto che quegli uccelli su chiamano Cassowary in inglese. Cercateli su Google immagini e provate a immaginare d'incontrarne uno mentre fate una passeggiata in un bosco..
E poi l'Australia non e' wild..

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Il tuo blog di viaggio, oltre che divertente, ci accompagna nel tuo tour come fossimo là, in terra di canguri.Almeno per me vale questo pensiero.
Vai Mary!!
Anna

Mary ha detto...

Ciao Anna!!! Grazie per il continuo supporto!!