martedì 24 agosto 2010

E il viaggio continuo'

Ancora ad Adelaide, al Mac con la wifi gratuita. Ho dormito col piumino e sacco a pelo, stamattina non volevo alzarmi. Ma l'ho fatto soprattutto x andare a comprare il biglietto della Greyhound per Melbourne. Torno stasera e arrivo domani mattina all'alba. Il mio ultimo, temporaneamente, viaggio.. :(
Ero rimasta a quando siamo partiti lunedì scorso. Mentre salutavamo tutti ho detto che mi sentivo come se stessimo dimenticando qualcosa, ma mi sembrava di avere tutto. Al momento della cena, nella prima sosta notturna dopo Mataranka, ci siamo resi conto di cosa avevamo dimenticato: il cibo!! Abbiamo lasciato il sacchetto con la pasta, il riso, i sughi e tutte le cose primarie. Cazzoni svampiti tutti e tre..
Così quella prima sera, montamento della tenda al buio (attività che e' poi entrata
nella tradizione del viaggio) e cena a base di carote pucciate nella salsa
guacamole che avevo usato x i tacos del giorno prima.
La mattina dopo si parte di buon'ora. Tappa a Daly Waters, fenomeni da Northern Territory ovunque. Li amo. Vado in bagno a rinfrescarmi un attimo e quando esco soffermandomi sulla soglia x osservarmi intorno sento uno scoppio di risata, mi giro e chi c'è?!? I due Mattia! Due pazzi italiani che ho conosciuto a Katherine. Facce devastate dal sonno, stanno cercando un passaggio verso Brisbane. Gli dico che stiamo andando verso sud. Mentre andiamo via dall'area di sosta vedo uno dei due avvicinarsi al relitto di un aereo: avrà voluto usarlo x andare a Brisbane?! Boh, sentirete ancora parlare di loro in questo blog, ma più avanti.
Ripartiamo. Il bush mi scorre sotto gli occhi per centinaia di km finche' non ci fermiamo a Tennant's Creek x fare la spesa e pranzare su una panchina superzozza. Un cartello ci dice che 418 miglia ci separano da Katherine. :(
riprendiamo la strada rifocillati e poco prima del tramonto ci fermiamo a vedere i Devil's Marbles.
Fandastici!!
Siamo indecisi se fermarci li' o se proseguire. Il buio si avvicina ed e' sconsigliato viaggiare di notte in Australia: un canguro o un dingo in mezzo alla strada ti possono sfasciare la macchina. Il consiglio di Coco al riguardo ci spinge a proseguire. Ecco le parole del saggio: "mi raccomando, ragazzi, non guidate di notte, oppure, se siete proprio di fretta, fatelo, ma mettetevi dietro un road train (googlateli); loro non si fanno niente, neanche se schiacciano una mucca, dovete solo stare attenti a dove finiscono tutti i pezzi di carne dopo. E il secondo vantaggio e' che potete farvi un pisolino! Io lo faccio sempre quando guido da Sydney a qui."
Ma vi rendete conto?!? Mitologico!! Quando l'ha detto a me e Coralie, ci siamo sfiancate dal ridere, ci siamo immaginate Coco schiacciare un pisolino al volante dietro un road train..
Ovviamente siamo stati lontani dai road train, giusto x non cadere in tentazione e ci siamo fermati a campeggiare per la seconda notte praticamente sul ciglio della strada. La mattina dopo doccia in un camping dopo Ti Tree e nella tarda mattinata siamo entrati trionfalmente ad Alice Springs!!
Dopo due giorni di bush e basta vedere gente ed edifici ci ha fatto un po' strano.
Spesa, sosta in agenzia x comprare biglietto del Ghan per domenica, telefono mia cugina per dirle che sono ancora viva e mando SMS a mio fratello per dirgli che non sarò reperibile fino a non so quando e di avvisare la mamma. Ci rifionfiamo in macchina, altri 400 e rotti km ci separano da Uluru e vogliamo arrivare in tempo per il tramonto. Una corsa contro il tempo, ma alla fine ce l'abbiamo fatta, giustovper un pelo, a gustarci gli ultimi raggi di sole davanti a The Rock!

Nessun commento: