lunedì 2 agosto 2010

Il mio album di figurine di merda e' infinito, purtroppo..

Oggi public holiday nel Northern Territory. E cosa si festeggia? Il picnic day!! Cos'è? Niente, e' che gli australiani non c'hanno un cazzo di voglia di lavorare e festeggiano il nulla..
Va beh, mezzo ostello era off da lavoro, io iniziavo alle 17, quindi abbiamo deciso di fare qualcosa tutti insieme. Lo squadrone di Coco si e' riversato così nelle polverose strade di Katherine. Polverose e vuote. Alla volta delle hotsprings. Arriviamo e c'è un sacco di gente, ovvio, e' festa. E per la gente, l'acqua e' torbida. Quindi che fare?! Il genio dell'americano più bello del mondo dice, andiamo proprio alla sorgente. Lui e Mikk vanno, io li raggiungo. Assisto con la coda dell'occhio al tuffo olimpionico dell'ammericano più bello del mondo, guardo sotto e dico, col cazzo, io non mi butto. Guardo Mikk e anche lui sta palesemente maturando lo stesso pensiero. Proseguo sul ponte e vedo che alla fine c'è una discesina. Scavalco e scendo. E' stupendo, una specie di piscinetta circolare, che e' l'inizio della sorgente. C'è una roccia che forma una specie di panca e mentre mi ci sto x sedere arriva Mike dalla parte in cui si era tuffato. Si siede con me e poi arriva anche Mikk, scendendo come avevo fatto io. Si mette davanti a noi, dove la piscinetta si restringe e inizia il corridoio del fiume. Faccio x mettermi di fianco a lui. Ma il mio genio del male entra in gioco in quel momento: non mi rendo conto che proprio di fianco a Mikk c'è la corrente della sorgente. Quindi faccio appena in tempo a dire, Mikk!! Che inizio a rotolare su un lato, sott'acqua nella corrente, tipo un paio di capriole di lato, con loro due che mi guardano all'inizio impotenti e poi ilari. Non faccio nemmeno in tempo ad uscire dall'acqua che parto con una risata delle mie da spaccare i timpani e non riesco a fermarmi, nemmeno quando mi rendo conto che la cazzo di corrente mi ha praticamente portato via il costume e che sto mostrando le mie tettine ciliegine all'ammericano più bello del mondo.. Inutili i primi tentativi di sistemarlo.
Minchia, sono uno scorno unico..
E ovviamente ho continuato x un po' a scoppiare a ridere pensandoci anche dopo. Mike mi ha guardata e ha detto che gli piacerebbe prendere le stesse droghe che prendo io x avere la mia ilarità.
Si, sono tornata ad essere la cazzona di sempre. Con molta più coscienza di me. Di me e degli altri.
Ogni giorno trascorso da Coco e' sempre più bello. Qualche sera fa abbiamo organizzato una cena collettiva. Io ho preparato gli spaghetti alla Norma, Dany il chilli con la carne di canguro, Coralee il riso con il curry. Mike e' andato a comprare i gelati poi. E' stato bellissimo. Tutti riuniti intorno al tavolone della veranda, con un caldo micidiale, tutti laceri e polverosi, coi sorrisi sulle labbra e tanti racconti tra di noi.
Bello, bello, bello.
Ieri sera ho detto a Coco che non me ne voglio andare da questo posto e ovviamente lui mi ha risposto di rimanere. Ci sto pensando. Sto troppo bene qui.
Domani e' il mio giorno off, credo. Sono contentissima perché so che me lo godrò in pieno. Me la sto godendo ragazzi, mi merito tutta la vostra invidia perché non sapete davvero cosa vi state perdendo laggiù..
Vado, va, ho un sacco di cose da raccontare, ma per stasera va bene così, ho bisogno di una doccia e non sia mai che l'ammericano più bello del mondo sia ancora sveglio..

Nessun commento: