mercoledì 20 luglio 2011

Ho scoperto che Pasquale

Forse e' nato a Cefalù...
Paesino della costa tirrenica della Sicilia, oggi e domani ospiterà la vostra eroina pasticciona preferita!!!!
Si, sono finalmente in questa terra baciata dal sole da domenica!
Dopo un sabato stremante passato a preparare pizze x la cena serale con mio fratello e famiglia e a pulire e preparare la valigia e dopo aver passato un sabato notte a bestemmiare contro la stampante che aveva deciso di rompersi proprio mentre dovevo stampare il biglietto aereo e dopo quindi non aver dormito un beneamato cazzo, domenica all'ora di pranzo eroin aeroporto a Bergamo in attesa di partire per Palemmo!
Dopo un'oretta e mezza di viaggio trascorsa a chiacchierare piacevolmente con Jose (pronunciato con la i), ragazzo del caltanissettese incredibilmente somigliante a Brad Pitt, ma alto almeno 30 cm in meno, il mio amichetto Gianluca m'e venuto a prendere all'aeroporto Falcone e Borsellino. Dopo un breve tratto di strada in macchina in cui la vostra eroina ha approfittato per mettersi il costume nel sedile posteriore modello Baby in Dirty Dancing, ci siamo tuffati nella spiaggia di Balestrate. Dove ho conosciuto un pezzo della famiglia di Gianlu e anche Angelina, un'altra amica aggiuntasi come me in queste vacanze siciliane.
E li' tutto ha avuto inizio. Proseguendo con una cena nella medievale Erice (interrotta
spiacevolmente dalla notizia dal continente che il mio fatine era caduto dal letto saltandoci sopra e rompendosi un braccino), una gita il giorno dopo al Duomo di Monreale, un pranzo luculliano a casa della mamma di Gianlu con conseguente voglia di morire che ci ha accompagnati per tutto il giorno nel mezzo del caldo africano di Palermo City e di Mondello Beach, continuando poi il giorno dopo ancora con l'attraversamento in giu' dell'isola con meta finale la valle dei templi di Agrigento e mete intermedie Gibellina, Sciacca e la casa di Pirandello.
Ecco. Fino ad oggi, giorno in cui partiva Angelina e in cui anche io volevo sloggiare x lasciare i piccioncini in pace da soli. E così, con delle chiamate incrociate, un meno di un'ora ho stabilito le tappe del mio tour siciliano, di cui ovviamente qui non anticiperò nulla.
Il mio pellegrinaggio siculo ha visto come prima tappa Cefalù che ho raggiunto nel pomeriggio
col treno dopo aver visitato le super inquietanti catacombe palermitane. Sistemata nella mia fica stanza singola in un bed & breakfast, ho infilato il costume e sono andata nella celeberrima spiaggia a mezzaluna, ma era un pelino nuvolo e un pelone ventoso e quando ho iniziato a rabbrividire mi sono alzata e addentrata nei vicoletti del paese dove ho acquistato della frutta x disintossicarmi dai bagordi alimentari dei giorni scorsi. E ora vi scrivo sfruttando la wifi gratuita del bed & breakfast, seduta sul davanzale della finestra che da' sui tetti.
Fino ad ora posso dire che:
- la Sicilia je beddissima, caldissima e buonissima!
- che stare com Gianlu e gli altri non mi ha stancata minimamente e che mi sono divertita un mondo con loro, sperando di non averli asciugati e/o appesantiti.
- che consiglio a tutti voi di farvi un giro da queste parti.
- che Palermo e' di una bellezza decandentemente sconvolgente.
- che il mio fegato dopo sfincioni, fritti di pesce, pasta con le sarde, cannoli, panini con le panelle, arancine, brioche col gelato e granite CHIEDE PIETA'. E che io lo ascolterò.
Ora invece che sono stanca morta ma morta ma morta cazzeggero' un po' e poi cercherò di dormire nonostante la musica ramages del locale qui sotto..

1 commento:

Anonimo ha detto...

Maryy!
Bella la Sicilia, eh?
Rilassati , riposati nella splendida isola, e salutami Gianluca il desaperecidos..(rispetto a me intendo dire)!
Buon proseguimento di vacanza!
Anna