sabato 30 luglio 2011

Una delle poche certezze nella mia vita

E oserei dire FORSE l'unica è che non diventerò MAI anoressica.
La consapevolezza di questo si fa sempre più strada nella mia testa e nella mia quotidianità.
In Sicilia è poi diventata una cosa lampante.
Sono tornata da un paio di giorni, ieri mi sono messa a guardare e correggere un po' le foto e numerose sono quelle che mi vedono in compagnia di qualche sicula leccornia. Impossibile non postarle.
E allora eccomi qui a Palermo con una brioche col gelato.
E qui a Balestrate (PA) con un'arancina!
E qui sempre a Balestrate (PA) in versione capelli sciolti e con un cannolo!
Qui invece a Gioiosa Marea (ME) mentre sbavo davanti alla famosa granita messinese e dietro di me passa un fico allucinante.
Qui invece a Noto, durante una pausa dalle mille chiese crollate nel terremoto del 1693 e poi ricostruite in stile barocco. Vorrei sapere quale chiesa in Sicilia non ha seguito questo percorso!!!!! Anyway, pranzo quel giorno con biancomangiare e cassatina.
Salato, salatissimo il mio ultimo pranzo siciliano. A Catania, vicino al mercato del pesce della Pescheria, mi sono sbaffata queste sarde a beccafico:
E questi spaghetti al nero di seppia! Ci ho poi messo tutto il giorno a digerire, non sono nemmeno riuscita fare un'ultima merendina sicula perchè mi sentivo la panza a palloncino ancora alle 18!
Che dire.
In tutta la mia vacanza ho mangiato non bene, non benissimo, ma celestialmente, escludendo quel panettiere a Catania in via del Plebiscito che è stato capace di far male persino un trancio di pizza margherita. Unbelievable.
Per il resto, ovviamente non ho fotografato tutti i piatti perchè sono un'ingorda e mi ci fiondavo sopra prima ancora che il cameriere mi poggiasse i piatti sul tavolo. :)
Devo ammettere senza riserve che la cucina e la pasticceria siciliane sono fantastiche, mi piacerebbe poter imparare a fare qualcosa. Ho chiesto a Gianluca di farmi avere la ricetta della caponata di sua madre. Quello stronzo malefico mi ha detto che è un segreto di famiglia.
GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ma riuscirò ad averla in un modo o nell'altro!
Come dovrò riuscire ad avere la ricetta della crema di mandorle che un giorno ho mangiato circondata da una gigante e soffice e fragrante brioche..
Va beh, vado a disfare la valigia o a buttarmi di nuovo a letto, deciderò entro 15 secondi...

Nessun commento: