mercoledì 10 agosto 2011

Quando si chiude una porta..

Eh già.
Il lavoro nuoce gravemente alla salute. Soprattutto se è un lavoro stupido e insulso come quello che ho fatto da dicembre a questa parte. OPERATRICE CALL CENTER.
Ed è per questo che domani io chiuderò, spero definitivamente, questo portone pesantissimo, licenziandomi.
Già venerdì mattina non all'alba, ma di più, partirò per la mia nuova breve avventura e tornerò in tempo, spero anche prima magari per riprendermi, entro la fine del mese, quando inizierò poi a lavorare dall'altra parte! (ricordate colloquio esilarante?)
Il mio prossimo futuro orizzonte è il Salento e ci arriverò venerdì sera. Come ogni mia decisione che si rispetti è arrivata a ciel sereno, titubavo nei giorni scorsi, finchè oggi ho guardato gli orari dei treni per prenotare e niente. Non c'era nessun posto libero, manco a pagarlo oro. E mi sono disperata, "Vuoi vedere che finisci per non trovare un buco libero e ti devi sparare una Milano tutta chiusa, tutta vuota, tutta scazzo (bellissima, per carità, ma anche no!) perchè sei un'esaurita e non ha prenotato in tempo?". Questo diceva una vocina dentro di me. Finchè, in preda alla disperazione, in cerca di conforto ho chiamato il mio Gianlu e lui mi ha detto: "Ma hai provato a vedere se c'è qualche pulmann?".
E tac.
In meno di mezz'ora, arrivata a casa, l'ho trovato! L'ultimo posto libero sull'autobus Milano-Lecce che parte alle 7.30 dalla stazione centrale!
E poi, siccome questo mese per un culo apocalittico mi sono evitata non so come la crisi premestruale, nel giro di un'altra mezz'ora ero sfiancata da mille titubanze e nervosismi.
A- Riuscirai a svegliarti in tempo per non perdere tutto?!
B- Sarà una buona idea andare da Paolo in Puglia, con suo fratello e famiglia?
C- Non c'hai i soldi, quindi cerca un piano possibile per andare in posta a ritirarli e poi in banca a depositarli senza arrivare tardi ad un posto di lavoro da cui dopo poche ore ti licenzierai.
D- Sopporterai l'ansia di tua madre che si dispererà pensandoti in giro da sola per l'Italia, ANCORA?!?!?
E- Ce la farai a smazzarti la vita nel nuovo lavoro? Oppure capirai di essere una completa sega e un'incapace?
F- Ti ricorderai di mettere tutte le cose nello zainone?
G- Cosa dirai domani per licenziarti? E poi, quando? Come? A chi lo dirai?
H- Ti basteranno i soldi?
I- Non è che mentre sarai sul pulmann che si attraversa l'Italia intera fino al tacco, ti esplode finalmente quel virus che forse hai preso nello scorso weekend da Marialaura per cui poi trasformerai il tutto in un set de "L'esorcista 3"?
J- Perchè cazzo non hai pensato a prenotarti una ceretta all'inguine dall'estetista?!
In preda all'angoscia ho chiamato la mia Lady Mara e dopo averle elencato tutte le mie ansie ha esclamato: "MA TU SEI COMPLETAMENTE PAZZA!"
It could be..
Ma fatemi sorseggiare questa tisana dolce sonno, che magari magari crollo e non ci penso più..

Nessun commento: