giovedì 13 ottobre 2011

E se abbiamo fatto trenta..

ASPETTIAMO per i trentuno, io direi!
Il 29 settembre ho fatto il passone, ho compiuto 30 anni.
E' stato un trauma per me, e ancora lo è.. Come ho avuto modo di scrivere questa mattina in un'email alle mie amiche espatriate, il tempo che passa mi fa girare le palle a trottola, proprio.
Talmente tanto che ho aspettato fino ad ora a pubblicare la foto della torta.
Non sapevo che fare. Ho addirittura pensato di non festeggiare, ma almeno in famiglia ci tenevo, l'anno scorso ero a testa in giù e l'anno prima non abbiamo festeggiato a causa dell'incidente di mia madre.
Diversamente dal solito non mi sono messa a cercare qualcosa prima, non ho pensato alla decorazione, alla base, a niente, fino all'ultimo momento.
Non ne avevo proprio voglia, insomma.
Quindi un paio di giorni prima dei festeggiamenti ho preparato il pan di Spagna. Come farcirlo? Durante la mia vacanza siciliana una mattina a colazione a Cefalù avevo mangiato una brioche con il ripieno di crema alle mandorle e ho pensato ad una cosa del genere, ma non ho trovato nessuna crema che avesse quella consistenza, quindi dopo aver fallito in una ganache al cioccolato bianco arricchita con farina di mandorle, ho fatto una semplice crema pasticcera con dentro le mandorle sbriciolate.
Primo disco panna e fragole, secondo disco 'crema alle mandorle'. Ok, torta fatta.
E la decorazione?
Ciuffetti di panna montata così? No.
Glassa di cioccolato? No.
Ero svogliatissima. Il giorno della festa sono andata sul sito della Wilton per cercare qualche idea. Volevo qualcosa di colorato, facile (avevo pochissimo tempo), ma anche di personalizzato. E poi mi sono imbattuta in lei.
Perfetta.
Il titolo è 'Mary quando scopre che compierà 30 anni'.
Una faccia terrorizzata/sorpresa/incazzata.
Esattamente come me quel giorno.
Eccoci, io, lei e il mio tatone.

Nessun commento: