martedì 31 gennaio 2012

Zia Mary e la torta 10+

Era un po' di tempo che il mio tatone soffriva ripetutamente di mal di pancia e quindi ho suggerito a mio fratello di fargli fare un test delle intolleranze. Il pargolo è risultato intollerante a lievito e latte vaccino. E mi sono detta, Gesù Cristo, come la mettiamo con le torte? Ok, si va di crostata allora, ma come la farciamo? E pensa che ti ripensa, dopo aver visto delle pere nel cestone della frutta e sapendo di avere una scorta di cioccolato fondente, da lì il passo era breve. E quindi ho fatto questa crostatina cioccolato e pere che inizialmente è stata guardata di sbieco. Ma poi dopo aver risposto sempre no alle seguenti domande "Ma c'è il lievito? E il latte? E il cioccolato è fondente?", il mio passerotto amoroso ha subito addentato due fettine una dopo l'altra ed è stato allora che coi dentini tutti impiastricciati di cioccolato, ha detto "Zia, ma è buonissima! Ti do' 10+!!" .

AMMORE!!!!

Ecco gli ingredienti:

240 gr di farina
160 gr di burro (io ho usato un po' di margarina perchè non avevo abbastanza burro)
80 gr di zucchero
2 tuorli
aroma di vaniglia
(questi per la frolla)
2 uova
60gr di zucchero
aroma di vaniglia
200 gr di cioccolato fondente
50 ml di latte (io ho usato quello di capra)
1 pizzico di sale
2 biscotti sbriciolati
(per la farcia)
2 pere tagliate a spicchi e sbollentate in poca acqua, zucchero e rum.

Dunque, ho iniziato con la frolla, impastando tutti gli ingredienti, facendo una palla e lasciandola riposare in frigo per mezz'ora. L'ho poi stesa ad uno spessore di 1/2 cm e ho foderato uno stampo da 24cm, coperto con la carta forno e i fagioli per non far collassare il bordo. Ho poi infornato a 180°. Intanto che iniziava a cuocere ho messo il cioccolato a sciogliere sul fuoco con i 50ml di latte e intanto ho montato le uova con lo zucchero e il pizzico di sale come se dovessi fare un pan di Spagna, quando era tutto spumoso ho aggiunto i biscotti sbriciolati e il cioccolato fuso. Ho amalgamato il tutto lentamente e in maniera omogenea e versato nel guscio di frolla che stava cuocendo. Ho poi disposto le pere a raggera e richiuso il forno.
In totale ha cotto per 45 minuti, ma dipende dai forni.
Il risultato è stata una torta da foderarsi i denti di cioccolato, bella densa e cremosa, goduria pura.
Ne ha voluto due fette subito e poi pure a merenda, TATONE!




Nessun commento: